I forasacchi, insidia tra l'erba - SOS Dogs
1572
post-template-default,single,single-post,postid-1572,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

I forasacchi, insidia tra l’erba

I forasacchi sono le spighe di alcune graminacee dalla caratteristica forma lanceolata e sono molto comuni sia in città che in campagna.
Queste spighe, quando sono secche, si induriscono e riescono a penetrare nella cute del cane anche in profondità provocando gravi infezioni.
Le zone del cane più a rischio sono le orecchie, il naso, l’inguine e le zampe (lo spazio tra le dita e tra i cuscinetti).
Soprattutto nel periodo estivo, quando è più frequente portare il cane in zone erbose, bisogna prestare molta attenzione se si presentano questi sintomi:
Orecchie: il cane si gratterà con forza e scuoterà la testa
Naso: il cane farà ripetuti starnuti
Cute: in qualsiasi parte del corpo si noterà rossore o gonfiore e a volte pus
Zampe: il cane si leccherà con insistenza e a volte zoppicherà
In ogni caso, a meno che il forasacco sia ancora molto superficiale, deve sempre intervenire il veterinario.
Per prudenza dopo ogni passeggiata è sempre consigliabile spazzolare il cane con cura.

No Comments

Post A Comment