Come far vomitare un cane in caso di avvelenamento | Blog Sos Dog
1068
post-template-default,single,single-post,postid-1068,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
Come far vomitare un cane | Blog sos dog

Come far vomitare un cane in caso di avvelenamento

Se hai un cane, avere a portata di mano l’acqua ossigenata potrebbe essere molto utile.

L’acqua ossigenata (o perossido d’idrogeno) non solo è un ottimo disinfettante, ma è in grado di indurre il vomito, salvando il cane da probabile morte in caso di avvelenamento, a condizione che l’intervento sia tempestivo, adeguato e seguito dalle cure del Veterinario.

Acqua ossigenata: quando si usa nel cane?

L’acqua ossigenata è un buon disinfettante che puoi utilizzare per medicare ferite di ogni genere, come tagli, morsi, punture d’insetto. Per usarla correttamente è sufficiente versarne qualche goccia su un batuffolo di cotone e applicarla sulla ferita, tamponandola.

L’acqua ossigenata può essere utilizzata anche per indurre il vomito in caso di sospetto avvelenamento se la sostanza assunta non è corrosiva o caustica (come sono ad esempio benzina o candeggina); l’utilizzo deve essere repentino e l’acqua ossigenata deve essere categoricamente diluita. Occorre sempre e comunque poi l’intervento del Medico Veterinario di fiducia.

Chi ha un cane sa bene quanto sia facile che durante la passeggiata annusi per terra e ingerisca qualsiasi cosa: purtroppo però tra foglie e legnetti possono esserci anche bocconi avvelenati o alimenti tossici (funghi, piante velenose, bacche etc.). L’avvelenamento, però, può avvenire anche in ambiente domestico, se il cane ingerisce:

  • farmaci,
  • sostanze chimiche industriali (detersivi, disinfettanti, antiparassitari, ecc),
  • alimenti tossici come ad esempio cioccolato, cipolla, aglio.

Se sospettate che il cane abbia ingerito una sostanza velenosa o tossica è quindi fondamentale capire cosa ha ingerito, in quale quantità e quanto tempo è passato dall’assunzione: portatelo immediatamente dal veterinario, insieme a un campione del prodotto che si sospetta lo abbia avvelenato.

Se però non è possibile raggiungere il pronto soccorso entro un tempo massimo 30 minuti, esclusa l’ingestione di sostanze corrosive, se il cane è cosciente e non presenta sintomi evidenti di alterazione o disagio, fate vomitare il cane.

Come far vomitare un cane con l’acqua ossigenata?

L’acqua ossigenata è un indispensabile rimedio “casalingo” per salvare la vita al tuo cane in caso di sospetto avvelenamento. Deve trattarsi di perossido d’idrogeno 3% a 10 volumi.

Le giuste dosi sono le seguenti: 1-2 ml per ogni chilo di peso del cane da diluire con acqua in proporzione 1:2. Ad esempio, se il vostro cane pesa 20 kg, dovrete fargli assumere 20 ml di acqua ossigenata miscelati a 40 ml di acqua.

Dopo aver aspirato la soluzione ottenuta con una siringa senza ago, tenendo il muso del cane sollevato, alzate il labbro e appoggiate il beccuccio della siringa a lato della bocca; piano piano spingete il liquido dentro la bocca, senza fretta, così da evitare che vada di traverso.

Credits: iltuocane.it

Se entro 15-20 minuti il cane non vomita ripetete l’operazione per la seconda e ultima vola.

Che il cane vomiti o meno deve essere subito portato dal Veterinario più vicino. Nel primo caso non dimenticate di portare con voi un campione del vomito perché sia analizzato.

Per nessun motivo bisogna cercare di far vomitare il cane mettendogli le dita in gola!

Quando non devo far vomitare il cane?

Non cercate di far vomitare il cane se:

  • ha ingerito corpi estranei di qualsiasi forma e dimensione;
  • ha ingerito sostanze corrosive o caustiche;
  • il cane presenta già sintomi di intossicazione o avvelenamento (sonnolenza, stordimento, stato confusionale, perdita di equilibrio, ipersalivazione, tremori o convulsioni, svenimento, diarrea, perdita di appetito, anemia);
  • l’avvelenamento è avvenuto per inalazione o contatto con la pelle.

La gravità della situazione dipende dal tipo di sostanza nociva ingerita, dalla quantità assunta, da quanto tempo è passato dall’assunzione del veleno all’intervento veterinario nonché dal peso e dalla mole del cane (ed eventualmente anche dall’età).

I kit di pronto soccorso SOS Dog

Nel Kit di pronto soccorso SOS Dog troverete il necessario per indurre il vomito al cane, in presenza delle condizioni descritte sopra:

  • acqua ossigenata;
  • guanti in lattice monouso;
  • siringa sterile

Kit sos dog

 

Questo articolo è stato realizzato con la collaborazione della clinica veterinaria San Martino 

No Comments

Post A Comment